Home  > Il Giardino dei Suoni  > 20° Trofeo della cittą di Ascoli Piceno

Da Trani ad Ascoli Piceno fino a Torino.
Vittorie e consensi per gli andriesi allievi della Scuola di Musica
“Il Giardino dei Suoni”




“La musica non esce dalla carta ma è dentro di te, cercala”
   
  
      Come afferma Ruggiero Inchingolo (etnomusicologo), questa frase racchiude il principio che orienta la Scuola di Musica di cui è  fondatore, “Il Giardino dei Suoni” di Andria. L’intento  è quello di stimolare il pensiero divergente e creativo dei partecipanti attraverso un modo diverso di "fare" musica, considerandola innanzitutto come un'attività e non una teoria.

La scorsa settimana i bambini (dai 5 anni in su) e i ragazzi preparati da Inchingolo e dagli altri docenti della scuola, Emanuele Paradiso, Pietro Lomuscio, Riccardo Lorusso e Giuseppe Casafina, hanno riscosso un apprezzabile successo partecipando a due eventi importanti: l’Ottava Edizione del Premio “Sarriadi 2012” tenutasi il 7 maggio nella città di Trani che ha regalato 2 primi premi a Martina e Sara Leonetti e un secondo premio a Martina Matera; il 13 maggio, invece, altri allievi hanno partecipato  al  XX° Trofeo Italiano della Città di Ascoli Piceno, importante manifestazione che aggrega diverse realtà scolastiche musicali del territorio nazionale a cui hanno partecipato circa 200 giovani provenienti da diverse regioni d’Italia. Tra gli ospiti, Silvia Mezzanotte dei Matia Bazar.
 
Questi i nomi degli allievi vincitori che hanno portato a casa coppe e medaglie con ben 4 primi premi di cui 3 assoluti e 8 secondi premi: Francesco Inchingolo, Savino Ciciriello, Vincenzo Tortora, Luca Gissi, Alessio Suriano, Domenico Lopetuso, Luca Santovito, Domenico Moschetta, Miriam Moschetta, Roberta Colasuonno, tra cui uno speciale per favorire l’incontro tra giovani di diversa nazionalità consegnato all’andriese di origine romena, Andrada Gicaru.
   
Dal 1993 Inchingolo sperimenta con successo un metodo di insegnamento che, considerando le moderne metodologie europee dell’educazione musicale, mette in primo piano lo sviluppo della creatività e dell'orecchio attraverso la pratica musicale di gruppo, in cui bambini e ragazzi imparano a conoscere la musica prima “praticandola”, per poi fissare su carta un tipo di scrittura spontanea e “funzionale” al tipo di strumento utilizzato, fino alla conoscenza graduale della notazione convenzionale.
   
Uno degli allievi più meritevoli che ha frequentato la scuola di musica sin dall’età di 5 anni apprendendo principi, metodi e conoscenze dello strumento (pianoforte) e dell’improvvisazione nel campo della “popular music” è Vito Colasuonno che il 13 maggio scorso a Ciriè, in provincia di Torino, ha partecipato alla XV° edizione della Rassegna Musicale Pop Rock “Senza Etichetta 2012”, al cospetto di una giuria presieduta da Giulio Rapetti (in arte “MOGOL”) con il suo gruppo “Drem’s project” (formazione andriese formata da Luigi del Giudice, Pietro Santoro, Edoardo Caracciolo, Claudio Suriano, Pierpaolo Confalone). Il gruppo vince il Premio Tavagnasco Rock 2013 (con le musiche del brano composte da Vito Colasuonno e le parole da due componenti della band) qualificandosi come il miglior gruppo rock su 83 formazioni giunte da ogni parte d’Italia. Il gruppo (unica band pugliese) parteciperà di diritto alla rinomata rassegna Tavagnasco Rock 2013, che ha ospitato musicisti inportanti come F.Guccini, F.De Gregori, V.Capossela, D.Silvestri, ecc.
 
Ancora una volta gli allievi del Giardino dei Suoni hanno tenuto alto il nome della città di Andria nei comuni summenzionati.

Attualmente, la Scuola di Musica “Il Giardino dei Suoni”, sta preparando  lo spettacolo dal titolo “Il mistero dell’arpa d’oro”, che vedrà coinvolti gli allievi più piccoli dei corsi tenuti da Inchingolo, oltre a tutti gli allievi di strumento preparati dagli altri docenti della scuola.