Home  > Il Giardino dei Suoni  > Il saggio 2011

Andria, 12 giugno 2011

"Il bosco incantato"



17° Saggio della Scuola di Musica  del  "Giardino dei Suoni"



presentazione
 

 

       Il bosco incantato è il titolo di un noto dipinto di Edward Munch a cui i bambini si sono ispirati per costruire il loro racconto fantastico e misterioso.  Una storia ricca di suoni, di gesti, di ritmica corporea, di movimenti e di strumenti musicali a misura di bambino (tecnicamente facili da usare in quanto permettono una esecuzione immediata) che portano il nome di Strumentario Orff (nome che deriva dal suo ideatore, Carl Orff). In questa attività i partecipanti hanno sperimentato un percorso ludico e gioioso utile alla comprensione del linguaggio della musica e allo sviluppo delle capacità “creative”.

L’idea del bosco e di ciò che esso nasconde ha sempre affascinato il mondo dei piccoli. Se poi al racconto si uniscono anche  i suoni e le azioni sonore, che loro stessi hanno dovuto inventarsi, l’attività di gruppo diventa ancor più stimolante per il loro apprendimento e incoraggia i bambini ad esprimersi.

C’era una volta un bosco scuro e fitto, il “Pollicino” abbandonato nei boschi, la "Biancaneve" che si rifugia nel bosco, Cappuccetto rosso incontra il lupo in un bosco, anche Harry Potter nel bosco incontra l’unicorno.
   
Ma il bosco è anche una metafora che nelle fiabe rappresenta un luogo da attraversare, una prova iniziatica dove tutti i personaggi riescono alla fine a sconfiggere il male. In questo caso la fiaba evoca situazioni che aiutano il bambino ad elaborare le difficoltà che deve affrontare nel corso della sua esistenza.

Nella prima parte della serata si esibiranno i bambini che hanno frequentato il corso di Propedeutica e Musica d’Insieme oltre ai ragazzi che hanno frequentato il corso di Strumento (livello Esperimento). Subito dopo, invece, suoneranno i bambini dell’anno precedente che hanno già raggiunto le abilità di base e si preparano a calcare i primi palcoscenici.
   
La seconda parte, invece, si aprirà con l’esibizione di tutti gli altri allievi che hanno frequentato il corso di strumento (livello base, intermedio e avanzato), ai quali si augura di continuare a suonare nelle più svariate situazioni: a casa, nelle scuole, nelle feste tra amici, nelle piazze, in parrocchia, durante gli spettacoli teatrali o musicali.

Ruggiero Inchingolo